Come cambierà l'e-commerce nei prossimi 5 anni e cosa puoi fare al riguardo?

Nel 1998, quando ho creato il mio primo sito Web, non avrei potuto immaginare che tipo di impatto avrebbe avuto sulla mia vita e carriera. Quindi ogni volta che mi siedo con alcuni dei più grandi commercianti di e-commerce del mondo, non posso fare a meno di immaginare quale sarà il prossimo. In questo post, vorrei condividere alcuni dei miei pensieri su ciò che credo accadrà nello spazio e-commerce nei prossimi cinque anni.

Con nuove piattaforme arrivano nuove opportunità.

Affari tradizionali

Nell'ultimo secolo, se volevi avviare un'attività, potresti avere uno dei due modelli di business. O hai creato un prodotto e il marchio che lo accompagna o eri un rivenditore che vendeva prodotti di marchi diversi all'interno di una categoria specifica.

Come prodotto / marchio guarderesti come distribuire il tuo prodotto. Il più delle volte venderesti i tuoi beni all'ingrosso a un rivenditore. Il rivenditore mostrerebbe i tuoi prodotti nel loro negozio e, a seconda del prodotto, come è stato visualizzato, i clienti acquisterebbero il prodotto. O le attività di marketing del marchio, creerebbero una domanda per il prodotto, il che porterebbe a un aumento delle vendite e darebbe al rivenditore un incentivo a visualizzare i prodotti facilmente reperibili.

Un mondo di e-commerce

Con l'introduzione dell'e-commerce, i tradizionali canali di distribuzione sono passati dall'acquisto di prodotti nei negozi all'acquisto di prodotti online. In effetti, trasformando i marchi in rivenditori. Quindi ora i singoli prodotti sono commercializzati online e indirizzano il traffico verso il sito Web del marchio o sono venduti da grandi rivenditori online come Amazon.com.

M-Commerce emerge
Con l'emergere della tecnologia mobile, il modo in cui le persone interagiscono e ottengono informazioni è cambiato di nuovo. Considerando che il marketing indurrebbe le persone a cercare un prodotto tramite Google o a cercare su Amazon.com, ora i consumatori vedono un prodotto attraverso i social media (Facebook, Instagram, Twitter, Youtube, Snapchat), fare clic su immagine, video, collegamento o contenuto e vai al sito web del commerciante. Dove ottengono più informazioni e alla fine acquistano il prodotto direttamente da quel marchio.

Tuttavia, il modo in cui interagiamo è diventato un'altra parte cruciale in questo. Chiamavamo e parlavamo con il personale di vendita o il rappresentante del servizio clienti (stessa cosa, nome diverso solo meno intimidatorio), di quanto facessimo per e-mail, ma questo è diventato lento. Quindi ora usiamo la chat o la messaggistica diretta per ottenere le risposte che stiamo cercando.

La nuova ondata di commercio

Poiché l'e-commerce è diventato più mobile e l'assistenza clienti è gestita da chatbot che utilizzano l'IA, credo che la prossima ondata di interruzioni sia dietro l'angolo.

Voice Commerce a.k.a. V-Commerce
Credo che i dispositivi abilitati a Voice come Amazon Echo, Google Home e Apple HomePod possano cambiare radicalmente il commercio diventando i nuovi gatekeeper. Se nei prossimi due anni, la maggior parte delle famiglie ha uno di questi dispositivi nella propria abitazione e si abitua all'ordinazione dei prodotti dicendo "Alexa, ordina la carta igienica" o "Ok Google, ordina i pannolini", che adempie mai a quell'ordine vincerà da tutti gli altri negozi, che non sono in grado di far parte dell'ecosistema commerciale Amazon, Google o Apple.

Famiglia Amazon Echo

Internet-of-Things Commerce a.k.a. IoT-Commerce
Un disgregatore ancora più grande potrebbe in realtà essere l'Internet delle cose. Dai frigoriferi, alle lavatrici, agli spazzolini da denti, collegati a Internet fino alle cucine intelligenti che scansionano gli oggetti nei tuoi armadi e ordinano automaticamente i prodotti che stai esaurendo. Gli elettrodomestici sono già noti per l'approvazione dei marchi, immagina la tua nuova casa, che viene fornita in stock con prodotti e ogni volta che il prodotto sta per esaurirsi, riordina automaticamente quei prodotti. Non tramite Amazon o Google Express, ma direttamente dal marchio, come il tuo spazzolino elettrico effettua un ordine di dentifricio direttamente con Crest o il tuo frigorifero che ordina una custodia di Fiji Water.

Samsung Smart Fridge

Cosa fare?

Che cosa succede se gestisci un negozio di e-commerce o sei un rivenditore, cosa puoi fare per evitare di rimanere fuori dal mercato nei prossimi cinque anni?

  • Innanzitutto, se fossi un rivenditore, inizierei a investire per diventare un marchio, il che significa che prenderei una parte significativa dei miei profitti e li spenderei in ricerca e sviluppo per creare nuovi prodotti. Come rivenditore hai già il vantaggio di sapere cosa vende e cosa no. Quindi perché non avviare il tuo marchio, che potrebbe essere inizialmente Private Label e passare alla creazione dei tuoi prodotti unici.
  • In secondo luogo, inizierei a concentrarmi sull'allineamento con i gatekeeper come Amazon, Google e Apple. Puoi vendere i tuoi prodotti tramite Amazon come FBA, diventare un rivenditore che collabora con Google Express e integrare Apple Pay nella tua app, sito Web e negozio.
  • In terzo luogo, vorrei capire con quali dispositivi IoT sarei in grado di collaborare. Se vendo prodotti deperibili o detergenti, vorrei contattare LG o Samsung per fornire prodotti e capire come l'imballaggio può funzionare insieme al dispositivo. I chicchi di caffè, il lavaggio di detersivi o persino i pasti a microonde, potrebbero collaborare e diventare il prodotto di scelta per i dispositivi IoT del futuro.

Fantascienza o realtà

Certo, molte persone potrebbero vedere questo come fantascienza e pensare che siamo ancora lontani decenni dall'adattamento dei dispositivi Voice-AI e IoT per aiutarci, ma proprio come lo smartphone, hai insegnato che non avresti mai avuto perché aveva un cercapersone. Voglio ricordarti che dodici anni fa non esisteva uno smartphone, avevamo dei "telefoni stupidi" e la maggior parte delle persone diceva che non avevano bisogno di un telefono cellulare. Mentre le nuove generazioni stanno crescendo con i social media, la realtà aumentata, la realtà virtuale e i dispositivi abilitati alla voce, i prossimi cinque anni potrebbero cambiare drasticamente il modo in cui interagiamo con la tecnologia e poiché il potere di spesa proviene da questa nuova generazione, lo faranno dettare come le aziende interagiranno con loro o cesseranno di esistere.

Grazie per la lettura;), se ti è piaciuto, premi il pulsante applausi qui sotto, significherebbe molto per me e aiuterebbe gli altri a vedere la storia. Fammi sapere cosa ne pensi raggiungendo su Twitter o Linkedin.

Questa storia è pubblicata in The Startup, la più grande pubblicazione sull'imprenditoria di Medium seguita da oltre 290.182 persone.

Iscriviti per ricevere le nostre storie migliori qui.